Regolamento/Codice Etico/Ruolo dei Genitori

Far parte di Rugby Parco Sempione significa abbracciare i nostri valori e le nostre regole, che sono dettate da un unico obiettivo: diffondere cultura rugbistica ai piccoli milanesi e farli divertire sul campo in base alle proprie capacita’.
Per questo motivo, chiediamo a tutte le famiglie di fare proprio il nostro regolamento, il codice etico ed alcune direttivo sul ruolo dei genitori, che trovate qui:

* RPS – Il Regolamento 2018 (1)

*RPS – Codice Etico

*RPS – I Genitori

REGOLAMENTO:

RUGBY PARCO SEMPIONE ASD – REGOLAMENTO STAGIONE 2018-19 
Il presente Regolamento dovrà essere sottoscritto all’atto dell’iscrizione da uno dei due
genitori o da chi esercita la potestà genitoriale. Il Regolamento contiene una serie di
norme che dovranno essere rigorosamente osservate dai genitori e dagli atleti iscritti al
Rugby Parco Sempione ASD al fine dell’efficacia dell’attività dal punto di vista
tecnico/formativo, organizzativo, amministrativo e logistico evitando difficoltà ed
incomprensioni.
Art. 1 – Eta’ degli atleti
Possono iscriversi al Rugby Parco Sempione ASD i nati/e dal 2014 al 2007 partecipanti
all’attività federale dalla U6, U8, U10 e U12.
Le bambine possono partecipare per regolamento Federale alle attività insieme ai
bambini fino alla U12.
Art. 2 – Iscrizioni
Le iscrizioni possono essere effettuate inviando tutta la documentazione di seguito
riportata a: segreteria@rugbyparcosempione.org.
Le iscrizioni potranno essere chiuse laddove si raggiunga un numero tale di atleti da
ritenere non più realizzabile una corretta gestione tecnico/formativa.
Art. 3 – Percorso formativo degli atleti
Il Rugby Parco Sempione ASD presenta un percorso tecnico/formativo ai propri atleti/e
finalizzato, seguendo la propria Mission, alla formazione della persona/atleta attraverso
i valori del rugby. In particolar modo è prevista partendo dalla categoria U6 per finire
alla categoria U12, una progressione di richieste quantitative e qualitative atte ad
innescare quei processi mentali, fisiologici e fisici che determinano la formazione della
persona e dell’atleta sia durante gli allenamenti che nella competizioni.
In nessun caso il Rugby Parco Sempione ASD determinerà esclusioni dalle proprie
attività sociali (partecipazione ad allenamenti ed alle competizioni locali) nei confronti
di atleti del settore non agonistico per motivi “prestativi”, ma unicamente per motivi
comportamentali (non rispetto delle regole del Club o della squadra). Nel percorso
formativo le difficoltà saranno progressivamente crescenti per permettere che ogni
singolo giocatore, all’arrivo nella categoria U14, sia il più possibile pronto a poter
continuare a trovare piacere a giocare.
Art. 4 – Quote annuali
Le quote di iscrizione e frequentazione per la Stagione Sportiva 2018-2019 sono le
seguenti.
• Cat. U5 (nati/e nel 2014)
– Allenamenti: Mercoledì e Venerdì ore 17.00 – 18.00
– Costo del corso: Iscrizione Euro 50 + Saldo Euro 180
Sono previsti tornei domenicali in ambito regionale a partire dal mese di ottobre e in
primavera delle attività nazionali con eventuale pernotto secondo le esigenze e la
crescita dei bambini.
Per i tornei con trasferta in pullman e/o pernotto è previsto per i convocati il
versamento di un contributo alle spese che verrà di volta in volta comunicato.
RUGBY PARCO SEMPIONE ASD – IL REGOLAMENTO
• Cat. U6 (nati/e nel 2013)
– Allenamenti: Mercoledì e Venerdì ore 17.00 – 18.00
– Costo del corso: Iscrizione Euro 50 + Saldo Euro 230
Sono previsti due tornei domenicali al mese in ambito regionale a partire dal mese di
ottobre e in primavera delle attività nazionali con eventuale pernotto.
Per i tornei con trasferta in pullman e/o pernotto è previsto per i convocati il
versamento di un contributo alle spese che verrà di volta in volta comunicato.
• Cat. U7 e U8 (nati/e nel 2012 e 2011)
– Allenamenti: Mercoledì e Venerdì ore 17.15-18.30
– Costo del Corso: Iscrizione Euro 50 + Saldo Euro 280
Sono previsti a partire da fine settembre due tornei domenicali al mese in ambito
regionale e tornei nazionali sia con pernotto che senza.
Per i tornei con trasferta in pullman e/o pernotto è previsto per i convocati il
versamento di un contributo alle spese che verrà di volta in volta comunicato
• Cat. U9 e U10 (nati/e nel 2010 e 2009)
– Allenamenti: Mercoledì e Venerdì ore 18.00-19.30
– Costo del Corso: Iscrizione Euro 50 + Saldo Euro 280
Sono previsti a partire da fine settembre due tornei domenicali al mese in ambito
regionale e tornei nazionali sia con pernotto che senza.
Per i tornei con trasferta in pullman e/o pernotto è previsto per i convocati il
versamento di un contributo alle spese che verrà di volta in volta comunicato
• Cat. U11 e U12 (nati/e nel 2008 e 2007)
Allenamenti: Martedì e Venerdì ore 18.20-20.00
– Costo del Corso: Iscrizione Euro 50 + Saldo Euro 300
Sono previsti a partire da fine settembre due tornei domenicali al mese in ambito
regionale e tornei nazionali sia con pernotto che senza.
Per i tornei con trasferta in pullman e/o pernotto è previsto per i convocati il
versamento di un contributo alle spese che verrà di volta in volta comunicato.
Le suddette quote comprendono:
• Tutte le attività di allenamento e competizione (in casa e fuori salvo il contributo
trasferta per quelle con pulmann e/o pernotto) condotte e seguite dallo staff tecnico e da
quello organizzativo del Rugby Parco Sempione.
• La copertura assicurativa Reale Mutua al momento del tesseramento stagionale
prevista dalla federazione Italiana Rugby. Si invitano i genitori a prendere conoscenza
dei contenuti della polizza consultando il sito http://www.air.it sezione Assicurazione-Polizza
Base FIR).
Art. 5 – Modalità di pagamento, scontistica e ritiri
Il pagamento dell’iscrizione (Euro 50) dev’essere versato contestualmente all’iscrizione
mentre la quota di frequentazione annuale (Saldo che varia di categoria in categoria)
deve obbligatoriamente essere saldata entro 20 giorni dalla data di inizio frequenza
degli allenamenti.
Per i nuovi tesserati è permesso effettuare un massimo 2 allenamenti di prova
all’interno di massimo due settimane dopo che il genitore in segreteria ha compilato e
firmato modulo di “manleva di prova”.
RUGBY PARCO SEMPIONE ASD – IL REGOLAMENTO
Gli atleti che passati i 20 giorni suddetti non saranno in regola con il pagamento della
quota annuale non potranno frequentare nè gli allenamenti nè gli incontri.
Le modalità di pagamento per la stagione 2018-19 sono tramite bonifico bancario
intestato a Rugby Parco Sempione ASD Banca Prossima – Filiale F.T. Milano Città
Piazza Paolo Ferrari, 10 – 20121 Milano
IT13F0335901600100000148508
specificando ISCRIZIONE ss.2018/19 Nome Cognome del BIMBO e anno di nascita.
La scontistica per fratelli prevista per la stagione 2018-19 è la seguente
• Per due o più fratelli tutti tesserati nel Parco Sempione Rugby, dal secondo fratello sarà
applicata la quota ridotta equivalente a 250€.
Per tutti i nuovi iscritti vanno aggiunti 50€ per il kit che comprende maglia, pantaloncini,
calzettoni, tuta e polo di rappresentanza, da aggiungere alla quota totale.
L’acquisto del kit è necessario per poter svolgere le attività sportiva di Rugby Parco
Sempione.
Ritiri
Per chiunque si dovesse ritirare dai corsi entro 30 giorni dalla data di inizio di
frequentazione dell’attività sul campo è previsto un rimborso del saldo. Non è previsto
alcun rimborso per la quota di iscrizione di Euro 50.
Passati i 30 giorni nessun tipo di rimborso sarà effettuato dalla Associazione.
Art. 6 – Materiale sportivo
Per la stagione 2018-19 fornitore tecnico del materiale sportivo sarà Macron.
Al momento dell’iscrizione e della versamento della quota di frequentazione, i nuovi
iscritti riceveranno:
– Pantaloncini
– Calzettoni
– Maglia da Gioco (dalla U5 fino alla U12)
– Tuta di Rappresentanza
– Polo di Rappresentanza
Il materiale sportivo è immagine del Club e deve essere mantenuto con cura, deve essere
scritto il proprio cognome su ogni capo e deve essere ricomprato presso lo shop online
(http://rugbyparcosempione.macronstoregrandemilano.com/) o presso Rugby Parco
Sempione se smarrito o non più utilizzabile.
A tal proposito il materiale sportivo viene ordinato 120 giorni di anticipo dall’inizio della
stagione sportiva su una previsione di numeri di atleti iscritti. Eventuale materiale
mancante sarà riordinato e consegnato con le tempistiche che l’azienda MACRON ci
comunicherà in base alle proprie disponibilità indipendentemente dalla volontà del
Rugby Parco Sempione.
Art. 7 Forme di comunicazione
Lo Staff Tecnico e dirigenziale del Parco Sempione Rugby ASD visto l’alto numero dei
partecipanti alle varie squadre necessità di avere rapporti di comunicazione costanti e
tempestivi con le famiglie degli atleti del Minirugby sia per informazioni di carattere
organizzativo e logistico sia per quelle di tipo personale.
Le forme di comunicazione verso l’intero gruppo di genitori saranno:
RUGBY PARCO SEMPIONE ASD – IL REGOLAMENTO
– Il sito https://parcosempionerugby.wordpress.com per tutte le informazioni generali
del Club, comunicazioni e rendiconti di incontri, eventi speciali e quanto altro
– email per le comunicazioni ufficiali e importanti dallo staff della propria categoria
(Coordinatore o Responsabile) o dalla Società.
– L’utilizzo di gruppi Whatsapp per le comunicazioni ai gruppi squadra dallo staff o dalla
società. Questa forma di comunicazione veloce verrà utilizzata solo per le comunicazioni
logistiche (calendari, orari, cambiamenti di routine, esigenze organizzative), mai per
comunicazioni personali relative all’attività dei bambini/e e ragazzi per i quali è
fondamentale prendere appuntamento al campo con il Responsabile Tecnico di
categoria.
– Le comunicazione inviate riguarderanno oltre a quanto sopra indicato, anche le
eventuali opportunità commerciali che il Rugby Parco Sempione ASD riserva ai propri
atleti e familiari.
– Riunioni di categoria (di solito 3 a stagione) per un feedback sulle attività di inizio,
metà e fine stagione.
Art. 8- Documenti
Per il tesseramento è necessario compilare il modulo online e inviare via email le
scansioni leggibili dei seguenti documenti all’indirizzo
segreteria@rugbyparcosempione.org.
Senza l’intera produzione dei seguenti documenti richiesti dalla Federazione Italiana
Rugby ed il pagamento dell’iscrizione, l’atleta non può essere tesserato quindi non può
prendere parte alle partite organizzate dalla FIR e, dopo 20 giorni, neanche agli
allenamenti.
I documenti da portare sono:
– Il Modello 12 Fir compilato in ogni sua parte e il modulo di Iscrizione online RPS
– La fotocopia ben visibile della carta d’identità o passaporto in corso di validità.
– Fotocopia della tessera sanitaria fronte e retro
– Una scansione del certificato della Visita Medica NON Agonistica (il certificato deve
riportare la seguente dicitura: “il soggetto, sulla base della visita medica da me
effettuata, dei valori arteriosa rilevati, nonché del referto del tracciato ECG eseguito in
data xx/xx/xxxx, non presenta controindicazioni in atto alla pratica di attività sportive
non agonistica”) dalla categoria U7 fino alla categoria U12, per i nati nel 2007 sarà
necessario fare la Visita Medica AGONISTICA durante l’anno 2019, nell’anno di nascita
(verrà fornita la richiesta della società che da quindi diritto ad una visita gratuita presso
i centri di medicina sportiva).
Art. 9- Convenzioni, associazionismo e servizi vari
Attraverso i propri Sponsor e Partners Ufficiali il Parco Sempione Rugby proporrà,
attraverso il sito e le mail, varie opportunità di convenzioni o altro tipo di servizi ai quali
gli atleti ed i familiari degli stessi potranno liberamente aderire o meno. Allo stesso
modo i genitori saranno informati delle opportunità e delle modalità per divenire Soci
dell’Associazione Rugby Parco Sempione ASD.
Art. 10- Cambiamenti orari o annullamento allenamenti
A causa di alcune concomitanze (StraMilano ed altri eventi del Comune di Milano) si
potrà verificare durante la stagione sportiva che alcuni allenamenti siano modificati
RUGBY PARCO SEMPIONE ASD – IL REGOLAMENTO
nell’orario indicato ad inizio stagione. La comunicazione di queste variazioni sarà
effettuata con anticipo sul sito, via mail e via whatsapp

CODICE ETICO

RUGBY PARCO SEMPIONE ASD – Il Codice Etico
Art. 1 – Premessa
Il Rugby Parco Sempione ASD (di seguito Associazione) è una associazione sportiva
dilettantistica che ha come scopo lo sviluppo e la diffusione di attività sportive connesse
alla disciplina del rugby, intese come mezzo di formazione psico-fisica e morale dei soci,
mediante la gestione di ogni forma di attività agonistica, ricreativa o di ogni altro tipo di
attività motoria e non, idonea a promuovere la conoscenza e la pratica della citata
disciplina.
La missione dell’Associazione è di educare ai valori del rugby i bambini della città di
Milano. I valori del rugby possono essere riassunti in 5 valori fondamentali; integrità,
passione, solidarietà, disciplina e rispetto.
Un Club formato da persone che trovino piacere nel condividere un percorso individuale
e collettivo fatto di passione e di impegno. Un percorso che miri alla crescita qualitativa
e quantitativa del Club in modo tale che questo continui nel tempo.
L’Associazione riconosce lo sport quale strumento sociale, educativo e culturale ed
aderisce ai principi del Fair Play, promuovendo e garantendo un ambiente sportivo
ispirato ai valori della lealtà, della correttezza, dell’amicizia e del rispetto per gli altri.
L’Associazione ripudia ogni forma di discriminazione e di violenza, la corruzione, il
doping e qualsiasi altra azione o condotta che cosa possa pregiudicare i valori sportivi e
morali cui si ispira e verso cui tende.
Art. 2 – Il Codice Etico
Il Codice Etico dell’Associazione reca norme sostanziali e comportamentali che
dovranno essere rispettate da tutti coloro che operano, sia su base volontaristica che
professionistica, in seno all’Associazione nell’ambito delle rispettive competenze ed in
relazione alla posizione ricoperta. L’adozione del presente Codice Etico è espressione
della volontà dell’Associazione di promuovere, nell’esercizio di tutte le sue funzioni, uno
standard elevato di professionalità nello svolgimento delle prestazioni sportive e di tutte
le attività riconducibili all’Associazione ed a vietare quei comportamenti in contrasto
non solo con le normative, di volta in volta rilevanti, ma anche con i valori etici che
l’Associazione intende promuovere e garantire. Il Codice Etico in particolare specifica i
fondamentali doveri di lealtà, probità, correttezza e diligenza previsti per tutti i
protagonisti della vita associativa.
Il rugby oltre ad essere uno sport è anche uno strumento sociale, educativo e culturale. I
valori etici irrinunciabili del rugby sono quelli di solidarietà e lealtà fra gli atleti e le loro
famiglie, di rispetto per le regole, di imparzialità e regolarità delle competizioni.
Il rugby deve tutelare e promuovere le qualità morali e materiali degli sportivi e delle
loro famiglie, in particolare dei giovani, nonché migliorare e sviluppare in maniera
armonica la personalità degli atleti. Lo spirito di competizione agonistica e la ricerca del
risultato sportivo sono valori perseguiti dal rugby ma devono essere subordinati al
rispetto dei valori fondamentali, in particolare al rispetto degli obiettivi di educazione,
fisica e morale, degli atleti.
Art. 3 – I destinatari
Il presente Codice si applica ai seguenti soggetti:
• membri del consiglio;
• staff tecnico;
• atleti e chiunque svolga attività agonistica o sportiva;
RUGBY PARCO SEMPIONE ASD – IL CODICE ETICO
• genitori e accompagnatori degli atleti;
• staff medico;
• dipendenti, collaboratori, consulenti esterni ed ogni altro soggetto che agisca
nell’interesse dell’associazione;
• sponsor.
Il Codice Etico si applica comunque a tutti i tesserati e a tutti coloro che lo sottoscrivono
volontariamente.
Art. 4 – Efficacia e Divulgazione
L’iscrizione all’Associazione comporta la sottoscrizione e l’accettazione incondizionata
del presente Codice. Copia del Codice Etico è portato a conoscenza di tutti i soggetti
destinatari di cui all’articolo 3, che sono pertanto
– tutti, nell’ambito delle specifiche attività, devono uniformare la propria condotta al
pieno rispetto dei principi di lealtà, onestà, imparzialità, integrità morale evitando
comportamenti atti ad incidere negativamente sui rapporti interni che devono essere
improntati all’osservanza dei principi di civile convivenza nel rispetto reciproco e
garantendo il rispetto dei diritti e delle libertà delle persone;
– dovrà essere garantito il segreto di ufficio nelle attività di propria competenza;
– i responsabili delle singole attività non devono abusare del ruolo rivestito all’interno
dell’organizzazione, rispettare i propri collaboratori e favorirne la
crescita professionale nonché lo sviluppo delle potenzialità;
– nessuno può procurarsi vantaggi personali in relazione alla attività esercitata;
– tutti nell’esercizio delle attività e funzioni affidate devono operare con imparzialità
evitando trattamenti di favore o disparità di trattamento nei confronti di tutti i soggetti
che, a vario titolo, hanno rapporti con l’Associazione;
Chiunque riceva deleghe e/o incarichi dai vertici associativi ha l’obbligo di:
– assumere gli incarichi per spirito di servizio verso gli associati senza avvalersene per
vantaggi diretti o indiretti;
– mantenere un comportamento ispirato ad autonomia, integrità, lealtà e senso di
responsabilità nei confronti degli associati e delle istituzioni, azzerando le personali
opinioni politiche nel corso dell’incarico;
– seguire le direttive dell’associazione, contribuendo al dibattito nelle sedi proprie, ma
mantenendo l’unità del sistema di relazioni e di valori che sostanziano l’Associazione
verso il mondo esterno;
– fare un uso riservato delle informazioni di cui vengono a conoscenza in virtù delle
proprie cariche;
– coinvolgere effettivamente gli organi decisori dell’Associazione per una gestione
partecipata ed aperta alle diverse istanze;
– rimettere il proprio mandato qualora per motivi personali, professionali o oggettivi la
loro permanenza possa essere dannosa all’immagine dell’Associazione.
Art. 7 – I membri del consiglio
I membri del consiglio dell’Associazione si impegnano a:
– adeguare il proprio operato ai principi del presente Codice Etico;
– rispettare le leggi ed applicare tutte le norme di buona gestione delle attività
sociali e delle risorse umane;
– adottare sempre le migliori pratiche disponibili e stimolare al miglioramento
continuo tutti i collaboratori;
– rifiutare ogni forma di corruzione/concussione.
Inoltre i membri del consiglio, in qualità di garanti del Codice Etico, hanno il compito di:
– divulgare il presente Codice e vigilare sul rispetto delle norme in esso previste;
– pronunciarsi sulle violazioni ed adottare eventuali azioni disciplinari;
– esprimere pareri in merito a scelte di politica societaria al fine di garantirne la
coerenza con le disposizioni del Codice Etico;
– procedure alla periodica revision del Codice.
Art. 8 – Lo Staff Tecnico
Gli allenatori e gli istruttori devono tenere un comportamento esemplare che costituisca
un modello positivo sia nell’ambito sportivo che educativo, e devono trasmettere ai
propri atleti valori come rispetto, sportività, civiltà ed integrità che vanno al di là del
RUGBY PARCO SEMPIONE ASD – IL CODICE ETICO
singolo risultato sportivo e che sono il fondamento stesso dello Sport. A tale scopo gli
allenatori e gli istruttori si impegnano a:
– comportarsi sempre secondo i principi di lealtà e correttezza;
– promuovere lo sport e le sue regole esaltandone i valori etici, umani ed il Fair
Play;
– non premiare comportamenti sleali, ma condannarli applicando sanzioni
appropriate;
– rispettare gli ufficiali e i giudici di gara nella certezza che ogni decisione è presa
in buona fede ed obiettivamente;
– rispettare tutti gli atleti, sia della squadra propria che di quelle avversarie,
evitando atteggiamenti, frasi o gesti che possano offenderli;
– agire in modo responsabile sotto il profilo pedagogico ed educativo, educando
gli atleti all’autonomia, all’auto responsabilità, ad un comportamento
socialmente positivo e leale;
– seguire indistintamente tutti gli atleti facenti parte della squadra allo stesso modo
dando ad ognuno il corretto livello di attenzione per essere percepiti a
disposizione della loro crescita;
– creare un’atmosfera e un ambiente piacevoli, anteponendo il benessere psicofisico
degli atleti al successo agonistico;
– trovare soluzioni aperte e giuste in caso di conflitti;
– sostenere e partecipare ad ogni iniziativa societaria volta alla promozione dello
sport, dei suoi valori e principi etici, o comunque con finalità di carattere sociale ed
educativo.
Art. 9 – Gli Atleti
Gli atleti e tutti i praticanti attività sportiva devono perseguire il risultato sportivo ed il
proprio successo personale nel rispetto dei principi previsti dal presente Codice Etico.
Pertanto gli atleti, consapevoli che il loro comportamento contribuisce a mantenere alto
il valore dello Sport, si impegnano a:
– onorare lo sport e le sue regole attraverso una competizione corretta, giocando al
meglio delle proprie possibilità e condizioni psico-fisiche, e comportandosi sempre
secondo i principi di lealtà e correttezza;
– rispettare i compagni di squadra, lo staff tecnico e quello medico;
– rispettare gli avversari e i giudici, sicuri che le decisioni di questi ultimi sono sempre
prese in buona fede ed obiettivamente;
– tenere un comportamento esemplare e usare sempre un linguaggio appropriato
ed educato.
Art. 10 – Gli Accompagnatori e i Genitori degli Atleti
Gli Accompagnatori ed i genitori degli atleti, durante gli allenamenti e soprattutto
durante le gare sportive, devono tenere una condotta ispirata alla convivenza civile, al
rispetto dell’avversario ed alla condivisione dello spirito del gioco. Pertanto i genitori e
gli accompagnatori s’impegnano a:
– non esercitare pressioni psicologiche sugli atleti per il perseguimento dei soli risultati
sportivi;
– accettare e rispettare le decisioni dello staff tecnico evitando qualunque forma di
interferenza nelle loro scelte;
– astenersi da atteggiamenti, frasi o gesti che possano offendere gli atleti in campo e gli
allenatori;
RUGBY PARCO SEMPIONE ASD – IL CODICE ETICO
– incoraggiare la lealtà sportiva manifestando un sostegno positivo verso tutti gli atleti,
sia della propria squadra che delle squadre avversarie, e mantenendo un
comportamento responsabile verso i sostenitori delle squadre avversarie;
– rispettare gli ufficiali e I giudici di gara nella certezza che ogni decisione è presa in
buona fede ed obiettivamente.
Gli Accompagnatori devono assumere un comportamento esemplare e, qualora
necessario, rammentare ai Genitori degli Atleti le regole di condotta sopra richiamate.
Art. 11 – Lo Staff Medico
Lo staff medico si impegna a :
– vigilare sulla salute degli atleti, garantendo assistenza e buona cura, utilizzando metodi
non aggressivi per l’organismo e facendosi carico nel contempo di una penetrante azione
educativa;
– garantire che la salute e il benessere psico-fisico degli atleti venga prima di qualsiasi
altra considerazione;
– valorizzare le naturali potenzialità fisiche e le qualità morali degli atleti.

RUOLO DEI GENITORI

RUGBY PARCO SEMPIONE ASD – I Genitori

Il bambino viene sul campo per vivere un’esperienza giocosa con i suoi coetanei per
imparare a giocare divertendosi: non per soddisfare l’orgoglio dei genitori. Quando le
aspettative sono troppo elevate le difficoltà di apprendimento aumentano; la paura di
non essere all’altezza e quindi di perdere l’affetto dei genitori, infatti genera ansia e
stress e spesso è causa prima dell’insuccesso. Se il bambino viene criticato o
disapprovato troppo spesso, se sperimenta abitualmente l’insuccesso
nell’apprendimento è facile che nascano in lui sentimenti di inferiorità, senso di
inadeguatezza, desiderio di abbandonare l’attività. Solo chi ha fiducia nelle proprie
capacità è disposto ad impegnarsi fino in fondo. L’autostima nasce dall’approvazione,
dall’incoraggiamento, da superare gli ostacoli che separano dallo scopo.
Per favorire la fiducia in un bambino è necessario:
– Stimolarlo ad essere autonomo
– Incoraggiarlo, creando in lui buone aspettative nei confronti delle proprie capacità (ma
non eccessive) . Approvarlo in caso di buona riuscita
– Aiutarlo dopo un insuccesso (rincuorandolo ed evitando di sfogare su di lui la propria
delusione)
– Motivarlo al miglioramento delle proprie prestazioni
– Fargli capire che essere differente agli altri (ad esempio meno bravo) è cosa accettabile
– Riconoscergli il diritto di non riuscire, mantenendo in lui la certezza di essere sempre e
comunque, rispettato, accettato, e soprattutto amato
Consigli pratici per favorire l’apprendimento:
– Non sostituitevi all’istruttore nel giudizio dei risultati; solo lui è in grado di valutare
correttamente il processo di apprendimento
– Non rimproverate vostro figlio se non ha eseguito bene gli esercizi; i bambini in genere
ce la mettono tutta e quando non riescono, hanno bisogno di sostegno e non rimproveri
– Non valutate le loro prestazioni paragonandoli ad altri, non imponete confronti:
ognuno va valutato per se stesso, i paragoni creano ansia e stress
– Cercate di sviluppare anche nei più piccoli l’autonomia rendendoli consapevoli di ciò
che fanno e rispettando le loro scelte senza costrizioni
– Sottolineate positivamente ogni miglioramento, anche se non è pari alle vostre
aspettative; la sicurezza in se, base del successo, nasce dall’approvazione e
dall’incoraggiamento
– Non create aspettative troppo elevate, il mancato raggiungimento di obiettivi che voi
avete scelto per loro, crea delusione e non li concilia con lo sport
In definitiva
Impariamo ad accettare anche i limiti dei nostri bambini. Essi non sono nati per
soddisfare il nostro orgoglio o per compensare le nostre frustrazioni; potranno crescere
e diventare forti solo con il nostro aiuto e la nostra comprensione e quando si allenano è
un momento tutto loro lasciateli soli e per cortesia NON ENTRATE NEL CAMPO
DURANTE GLI ALLENAMENTI ED I TORNEI.